Mini guida di Copenhagen: consigli per un fine settimana danese

Una toccata e fuga in una fredda e ventosa giornata di inizio inverno, questo è stato il mio approccio con la capitale danese che da tanto tempo aspettavo di visitare. Ma ero con degli amici speciali che non vedevo da tanto e quindi il mio umore era alle stelle, il mio cuore caldo e felice, e avevo un sorriso a 32 denti che mi ha campeggiato sul mio viso per tutto il tempo. Durante il tempo che ho passato a Lund, in Svezia, a casa di una delle mie più care amiche (QUI potete trovare tutti i consigli su Lund 🙂 ) abbiamo deciso di visitare anche Copenhagen. Grazie al ponte di Øresund infatti, in circa un’ora di treno e metropolitana si arriva comodamente da Lund fin in centro alla città. Anche se non sono riuscita a vedere tutto quello che avrei voluto, a noleggiare una bicicletta per esplorare meglio la città, o a vedere Nyhavn con il cielo azzurro, ho passato ore più che meravigliose in questa città e volevo condividere tutto quello che ho scoperto in un post. Diciamo che ho voluto creare questa mini guida di Copenhagen per voi, ma anche un po’ per me stessa, in modo tale che la prossima volta che tornerò in città (e spero sia il prima possibile!) la aggiornerò con un po’ di notizie nuove. Intanto però ecco tutti i miei consigli:

Dove dormire:

Secondo il mio personale parere ci sono tre quartieri in cui conviene alloggiare in città: Indre By, Vesterbro e Østerbro.

Indre By, ottimo punto di partenza per un weekend a Copenhagen, è l’antico quartiere storico della città. Pieno di vita, comodissimo a tutti i servizi e ricco, oltre che di monumenti storici, anche di bar, ristoranti e negozi. Le sue dimensioni ridotte inoltre agevolano la possibilità di muoversi a piedi per esplorare la zona e per perdersi, almeno una volta, nel meraviglioso labirinto di stradine tortuose, parchi e canali della città.

Vesterbro, situato a ovest del centro storico, è un quartiere che purtroppo non ho avuto la possibilità di visitare a lungo, ma che può rappresentare un buon punto di approdo alla città. Si trova infatti molto vicino alla stazione centrale di Københavns Hovedbanegård e quindi risulterà’ molto comodo da raggiungere dall’aeroporto. Inoltre so che un tempo era un quartiere molto trasandato ma che negli ultimi anni, grazie a recenti lavori di ristrutturazione e riqualificazione, è diventato un luogo accogliente e piacevole e un buon punto di partenza da cui visitare la città.

Altro quartiere in cui credo valga la pena alloggiare a Copenhagen è il residenziale ed elegante Østerbro. Sicuramente leggermente più’ scomodo al centro e ai servizi, ma d’altro canto ottimo per vivere un’esperienza più’ autentica e leggermente meno “da turisti”. Questo quartiere si trova molto vicino ad attrazioni altrettanto belle come il parco pubblico Fælledparken, la famosa sirenetta e all’area portuale di Københavns Frihavn.

Un’ottima risorsa per la ricerca della sistemazione ideale che credo che sia perfetta per prenotare hotel in capitali europee come Copenaghen è il portale hotelsclick.com (www.hotelsclick.com); lo trovo facile e intuitivo, proprio per il fatto che per ogni città per cui si vuole pianificare un viaggio si può comodamente selezionare il quartiere e la fascia di prezzo, e trovare quindi la combinazione di località-prezzo che si desidera all’interno della città. Altamente consigliato!

Cosa vedere in pochi giorni:

Come dicevo nella guida dei quartieri in cui alloggiare, Indre By è sicuramente il quartiere su cui vale più la pena concentrarsi se si hanno davvero pochi giorni o addirittura poche ore per visitare la città. A parte il famosissimo, e devo ammettere davvero incantevole Nyhavn Erhvervsforening, e le stradine labirintiche piene delle tipiche case colorate dai tetti spioventi, in questo quartiere si concentrano effettivamente molte delle attrazioni più importanti della città, e vale assolutamente di passarvi qualsiasi lasso di tempo possiate dedicargli.

A partire dal suggestivo parco Kongens Have, con all’interno il Traktørstedet Rosenborg, e non molto distante dal Botanisk Have, fino ad arrivare a strutture più moderne come quella del Copenhagen Opera House, e del complesso Krøyers Plads (che ha vinto nel 2017 il premio come edificio più ecologico del mondo) questo quartiere, con la sua alternanza di moderno/eco-friendly/storico, vi potrebbe da solo tenere impegnati quasi per tutto il vostro soggiorno in città.

Essendo una meravigliosa capitale europea Copenhagen è ricchissima di musei e altre attrazioni interessanti da vedere; io purtroppo ho potuto dedicarle meno tempo di quello che avrei voluto essendo stata solo di passaggio, e quindi (almeno per adesso), mi affido ad alcuni ottimi siti famosi, come questo, per consigliarvi cosa vedere in città. In più c’è  sempre il blog di Linda, NonSoloFood che al suo interno ha una guida adorabile e super personale su Copenhagen.

Dove mangiare:

Ecco, sicuramente uno dei rammarichi maggiori per essermi fermata in città davvero poco, è quello di non aver avuto la possibilità di apprezzarne fino in fondo il panorama culinario… ma due posticini da consigliarvi sono comunque riuscita a tirarli fuori :).
Il primo è il conosciutissimo, ma veramente IMPERDIBILE, Copenhagen Street Food. Inaugurato nella primavera 2014 nell’area di Papirøen, questo complesso industriale, un tempo dedicato allo stoccaggio della carta, oggi ospita una quarantina di camioncini che vendono street food provenienti da tutti gli angoli del mondo. Chioschi che vendono coloratissimi burritos, tipici piatti di thai food, pizza e pasta fatte in casa, panini con carne cotta al bbq, cibo turco e cinese e tantissime altre cucine sono racchiuse sotto questo capannone e in effetti è innegabile che la varietà dell’offerta, la qualità e i prezzi contenuti siano sicuramente i tre principali punti di forza di questo paradiso gastronomico. Mi raccomando non lasciatevelo scappare!

Un altro indirizzo che vi consiglio è sempre quello di un mercato coperto (non ci posso fare nulla sono una super fan dei mercati, ho ancora nel cuore la boqueria di Barcellona 🙂 ).
Questa volta sto parlando del Torvehallerne. Forse più formale ed elegante dello street food market, il Torvehallerne è organizzato molto più come un mercato vero e proprio, con una struttura suddivisa in tanti spazi dedicati a banchi della carne, del pesce e della frutta e della verdura. Al suo interno è però possibile mangiare. Infatti, oltre ai tanti bar e ristoranti, ogni banco produce piatti di gastronomia e riserva spesso una parte del suo spazio a piccoli tavoli in cui appoggiarsi per mangiare. I piatti che si possono assaggiare sono sicuramente meno a buon prezzo rispetto allo street food market ma la qualità mi è sembrata molto alta e la varietà molto più riservata alla tradizione danese. Coloratissimo, vivo e dinamico questo mercato mi ha conquistata e mi ha fatto desiderare di possedere un luogo così nella mia città per fare ogni giorno la spesa di prodotti freschi e particolari.

Piccolo consiglio per una colazione o per una merenda di meta’ pomeriggio e’ invece il Brødflov, una piccolo locale che e’ anche una bakery. Alcuni su internet ne parlano come “the best bread and pastry in town” io non ho avuto molto metro di paragone ma il mio Kanelbulle era davvero delizioso (qui vi avevo raccontato la mia passione sconfinata per i Kanelbulle 🙂 ).

Shopping:

Copenhagen vi stancherà a forza di negozi di arredamento, con colori neutri, linee pulite e capi d’abbigliamento dallo stile super minimal; ma prima di farvi trascinare troppo in questo mondo dovete assolutamente passare da HAY House. Vi avevo già parlato di questo negozio di arredamento nel post su Berlino ma qui a Copenhagen questo marchio ha aperto uno store di due piani in cui è possibile trovare oggetti di ogni genere, dalla coloratissima cancelleria fino ad arrivare a divani, poltrone e oggettistica per la cucina. Uno stile sicuramente danese e nordico ma che si arricchisce di colori vivaci e pattern originali. Io lo amo e sono rimasta dentro questo store per quasi un’ora ipnotizzata dai mille oggetti che avrei voluto portare a casa con me. Avendo veramente poco tempo da dedicare a questa città abbiamo messo lo shopping decisamente in secondo piano quindi per adesso non ho altri indirizzi validi da consigliarvi ma spero di poter rimediare presto 😉 !!!

Eccoci arrivati in fondo a questo post… onestamente con un po’ di rammarico per non poter scrivere di più su questa magnifica città.
Beh, che dire… vorrà dire ci dovrò tornare presto, magari anche solo per una gita di un weekend, per estendere il post con suggerimenti su zone, e chiaramente ristoranti 🙂

E tra di voi, qualcuno c’è già stato? C’è qualche consiglio che vorreste darci prima di progettare il prossimo viaggio danese?

 

9 Comments

  1. 20 marzo 2017
    Reply

    Bella! Davvero bella anche con il cielo plumbeo! Per il momento Copenhagen purtroppo non rientra nei miei budget di viaggio tuttavia annoto tutti i tuoi consigli…non si sa mai che io vinca un gratta&vinci! 😉
    A presto!

    • Veronica
      21 marzo 2017
      Reply

      Si bellissima ma sicuramente non vince il premio come “capitale europea più economica” purtroppo! Pero’ devo dire che andando in inverno avevo pagato il volo pochissimo (80 euro A/R)…magari non la si vede con il bel tempo ma almeno si abbattono un po’ i prezzi 😉

  2. 20 marzo 2017
    Reply

    Ciao Vero, una bellissima guida per una delle città più belle d’Europa. Ovviamente ci ha conquistato con le tappe a tema food. 🙂

    • Veronica
      21 marzo 2017
      Reply

      Ciao ragazzi, ne ero sicura che vi sarebbero piaciuti quei mercati ;)…io li ho adorati!!!
      Un saluto grande

  3. 21 marzo 2017
    Reply

    Ci sono stata anni fa e ne ho un bellissimo ricordo. Mi piacerebbe molto tornarci anche perché da giugno ci sarà un volo low cost Torino-Copenhagen e pare che ci saranno delle ottime tariffe all’inizio per promuovere la nuova tratta: fingers crossed 🙂 Intanto segno tutti i tuoi suggerimenti, sia quelli sulle zone dove dormire sia quelli sul cibo!

    • Veronica
      21 marzo 2017
      Reply

      uuuh wow…allora super fingers crossed per te!! La città’ non e’ particolarmente economica, pero’ come dicevo anche a Daniela, in certi periodi si può risparmiare tanto sul volo ;)!!

  4. 21 marzo 2017
    Reply

    Copenaghen mi attira moltissimo, vorrei visitarla in autunno, ad ottobre, con le prime foglie rosse e gialle! secondo me rende tantissimo!!!
    Fantastiche fotografie!!! <3

  5. 17 luglio 2017
    Reply

    Una bellissima idea viaggio…cercherò di fare questa esperienza al più presto..grazie..

    • Veronica
      20 luglio 2017
      Reply

      Grazie :)!! Copenaghen e’ davvero molto bella e spero tanto di tornarci presto anche io perche’ mi mancano tante cose da vedere!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *