Pas partù: oggetti, spiriti e sapori a Guastalla

I locali “multifunzionali” in questo periodo sono super in voga e si stanno diffondendo un po’ ovunque, dalle grandi città fino alle piccole province. Librerie con caffè, gallerie d’arte con cocktail bar e anche negozi di arredamento con annesso ristorante, e cosi’ via. Ecco, il Pas Partù di Guastalla (a Reggio Emilia) è un bel rappresentante di questo genere di locali, così alla moda in questo ultimo periodo, e mi ha rubato il cuore durante una cena-aperitivo di qualche settimana fa.

Ambiente e atmosfera

Questo bar e ristorante ha casa tra le mura di un’antico fienile ristrutturato che faceva parte di una residenza del 1604 situata sugli argini del fiume Po. Le porte del locale si affacciano su un cortile interno nascosto che dalla strada quasi non si noterebbe, se non fosse per la bella insegna luminosa dorata che porta il nome del locale, ma una volta entrati dalle grandi porte a vetro all’interno del locale si rimane a bocca aperta. Con la sensazione di essere passati attraverso l’armadio di Narnia ci si trova davanti un locale dall’atmosfera giovane e dinamica. Ma il punto forte dell’estetica di questo locale è senza ombra di dubbio l’arredamento. Come fortemente voluto dai proprietari e magistralmente eseguito da amici architetti (Plus concept studio), Pas partù è uno spazio di design caldo, accogliente e funzionale, che ricrea un ambiente domestico alternativo. Penso che l’idea fosse quella di creare un ambiente da sfruttare in tanti modi diversi e in cui recarsi in occasione di una cena, un aperitivo, o di proseguire un dopolavoro passando dal cocktail al piatto di lasagne senza bisogno di formalizzarsi.

La parte più “wow” del locale è sicuramente l’ampia zona pitturata con un bellissimo blu notte e attrezzata su due pareti con mensole in legno che arrivano fino al soffitto e su cui sono esposti oggetti di origine e utilità svariate. Piatti, bicchieri, taglieri, scritte luminose, vasi, cactus, clessidre, lunchbox a forma di robot e tantissime altri oggetti sono esposti (e in vendita) in questa zona del locale, ciascuna selezionata personalmente dalla proprietaria. Questa per me è la vera chicca del locale, la cosa diversa che lo distingue da molti altri bei locali della provincia e che lo rende imperdibile, che fa venire voglia di entrare e di sedersi a bere qualcosa circondati da un ambiente davvero originale, curioso e diverso dal solito. 

Il menù

Mi piacciono i locali con un menù corto e ben bilanciato tra stuzzichini e piatti unici. Pas partù è un locale così, con pochi piatti ma che spaziano in modo molto vario tra insalate, primi piatti e secondi. Insomma, un menù dal mio punto di vista ben fatto e che ha tutto l’occorrente per stuzzicare il palato, e che nasce sempre dalla filosofia del locale: e cioe’ che non si voleva creare un ristorante vero e proprio, ma un luogo dinamico, in cui poter cenare o anche solo riempire un languorino durante l’aperitivo. Ricordate sempre che un menù breve e conciso è sempre indice di serietà e spesso anche di qualità. Avere poca scelta vuol (spesso) dire che i piatti vengono preparati sul momento e che i prodotti sono freschissimi e poco lavorati 🙂 .

Noi abbiamo voluto provare un po’ di tutto e abbiamo scelto la frisella mediterranea -con acciughe, pomodorini, capperi e mozzarella-, due insalate con contrasto caldo/freddo con salumi,verdure e formaggi filanti, e un tagliere di formaggi servito con mostarde e composte e selezionati dai proprietari in base alla stagione e al gusto (se siete appassionati di formaggi questo è posto giusto per voi 😉 ). Buoni e particolari anche i cocktail, cosa non sempre semplice da trovare: il mio gin tonic era davvero perfetto, e anche presentato in maniera splendida.

Wrap-up e conto

Il locale ha aperto davvero da poco e per adesso e’ in attività’ solo la sera in orario aperitivo e cena, ma spero sinceramente che in un futuro non troppo lontano decida di rimanere aperto anche a pranzo perché sono sicura che quelle grandi vetrate regalerebbero a tutte le persone che volessero pranzare in questo angolo di design una luce bellissima. Io ci sono passata in pieno inverno, e chiaramente ho visto solo l’interno, ma speriamo anche che in estate sfruttino il bellissimo giardino interno per una distesa, sarebbe davvero fantastico. Per quanto riguarda il conto siamo totalmente nella media di questa zona e per un cena/aperitivo con cocktail siamo sotto i 20 euro a persona.

Consigliatissimo per tutti gli abitanti della zona, e perche’ no anche per tutte le persone che volessero farsi un giro nella zona degli argini del “grande fiume”, che vi assicuro essere bellissima e ricca di sorprese, un po’ come Pas Partù 🙂

3 Comments

  1. 27 febbraio 2017
    Reply

    Ma questo locale è assolutamente bellissimo! Mi sono innamorata di tutto, dall’arredamento, ai piccoli particolari, dallo stile, al cibo che sembra una delizia! Se passo in Reggio Emilia voglio andare assolutamente a mangiare qui. Questo sì, è uno di quei posti per cui vado matta e che mi affascina per ogni piccolo oggettino. Grazie per averne parlato 🙂

    • Veronica
      27 febbraio 2017
      Reply

      Ma prego, anzi sono super felice che ti sia piaciuto, io me ne sono innamorata al primo sguardo!

  2. 28 febbraio 2017
    Reply

    Forse vado da quelle parti tra un paio di settimane: segno tutto sperando di riuscire a fare una tappa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *