Nuova sezione #Food sul blog. Iniziamo con: Gnocchi di patate con pesto di noci

Pesto noci.

Ed ecco macchinalmente oppresso dalla giornata grigia e dalla previsione d’un triste domani, portai alle labbra un cucchiaino di tè, in cui avevo inzuppato un pezzetto di Madeleine. Ma, nel momento stesso che quel sorso misto a briciole di biscotto toccò il mio palato, trasalii, attento a quanto avveniva in me di straordinario. Un piacere delizioso m’aveva invaso, isolato, senza nozione della sua causa. M’aveva subito resi indifferenti le vicissitudini della vita, le sue calamità, la sua brevità illusoria, nel modo stesso in cui agisce l’amore, colmandomi d’un’essenza preziosa o meglio, quell’essenza non era dentro di me, IO ero quell’essenza.

[M.Proust, Alla ricerca del tempo perduto] pesto noci

Dopo questa introduzione anche eccessivamente malinconica, vi volevo parlare del fatto che è da un po di tempo che sto pensando di dare sfogo a questa voglia di aggiungere una sezione food/recipes al blog.

Mi sempre piaciuta parecchio come idea, prima di tutto perché cucinare è una passione che ho sempre avuto (anche mangiare è una passione che ho sempre avuto in effetti..) e poi perché amo l’atmosfera che si viene a creare tra un gruppo di amici che chiacchierano intorno a una tavola imbandita bevendo birra ghiacciata, e avrei sempre voluto condividere anche alcuni di questi momenti qui sul blog. Però, se devo essere completmante sincera, ogni volta che mi decidevo a fare le foto a un piatto per pubblicarne la ricetta c’era sempre qualcosa che un po mi frenava, mi assaliva il dubbio di creare solamente un grande melting pot di informazioni senza un vero focus su qualcosa, non mi convinceva insomma.

Ma comunque alla fine ho ceduto e ho pensato di provarci e capire anche da voi cosa ne pensate. Sia chiaro, non voglio diventare una food blogghere, anche perché in cucina mi manca lo spazio per farlo, uso i coltelli dell’ikea, non ho gli strumenti per cucinare in modo elaborato ma sopratutto…mangio il cibo esattamente l’istante dopo averlo fotografato, quindi niente set fotografico per le mie lasagne :)!

Insomma prometto di non trasformare il blog in un ricettario della nonna, ma magari quando cucino qualcosa di diverso dal petto di pollo alla piastra e mi ricordo di fotografarlo prima di divorarlo poi ve lo racconto. Che ne dite? vi può piacere come idea?

Gnocchi di patate con pesto di noci

Lo so che non è una ricetta propriamente estiva ma partiamo delle cose semplici che altrimenti mi incasino subito. Gli gnocchi di patate li faccio da tutta la vita; quando ero piccola li faceva mia mamma e io ne mangiavo la metà ancora crudi; adesso li faccio io e continuo a mangiarne la metà ancora crudi.

Le dosi, devo essere sincera, generalmente le faccio andando ad occhio, ma per l’occasione ho provato a segnarmele e direi che sono venuti buoni come al solito, quindi dovrebbero essere abbastanza equilibrate.

Ah…Cosa assolutamente “fondamentale” da dirvi…io non li passo con la forchetta, li preferisco lisci, ma voi siete liberissimi di farlo ovvimante.

Ingredienti per gli gnocchi di patate

(circa per 4 persone ma noi li mangiamo in due e non ce ne vergognamo)

  • 1 kg di patate (Se un po’ vecchie, meglio)
  • 1 uovo
  • Dai 300 ai 500 g di farina (dipende molto dall’umidità che c’è nell’aria e ho notato che ogni volta ne uso un quantitativo diverso per raggiungere il medesimo risultato
  • Sale q.b. (io generalmente ne metto un cucchiaino)

Ingredienti per il pesto di noci

  • 110 g di gherigli di noci (potete usare anche quelle confezionate già sgusciate…)
  • 80 g di Parmigiano Reggiano grattugiato
  • 20 g di mandorle
  • 50 g di olio di oliva extravergine
  • Sale e pepe q.b.

Preparazione degli gnocchi:

pesto noci

Dopo aver lavato la buccia, fate bollire le patate in abbondante acqua salata a fuoco non troppo alto (per evitare che la buccia possa spaccarsi e che quindi le patate possano impregnarsi d’acqua).
Una volta cotte (circa 30 minuti da che l’acqua inizia a bollire), scolatele, sbucciatele, schiacciatele con lo schiaccia patate e lasciale raffreddare leggermente (se sono troppo calde quando andrete ad aggiungere l’uovo, questo rischierà di cuocersi).
Preparate la classica fontanella con la farina, aggiungete le patate schiacciate, il sale, infine l’uovo, e iniziate a lavorare l’impasto con le mani. All’inizio risulterà molto appiccicoso ma poi inizierà a compattarsi.
Lavoratelo per 5/6 minuti (non va lavorato troppo altrimenti gli gnocchi diventeranno duri una volta cotti) aggiustando di farina e sale se necessario.

pesto nocipesto noci

Una volta ottenuta una palla morbida ma compatta potete iniziare subito a preparare li gnocchi (se non li prepararate imediatamente, avvolgete l’impasto in un panno da cucina leggermente umido per evitare che si secchi).
Staccate un pezzo di impasto e fatelo rotolare con le mani sul piano da lavoro, sempre ben infarinato, fino a formare una “bisciolina” dal diametro di circa 1 cm.
Tagliatela poi a pezzettini della dimensione di circa 2 cm e riponeteli su un piano a riposare qualche minuto.

pesto noci

Cuocete gli gnocchi in abbondante acqua salata (ricordandovi di buttarli pochi alla volta per evitare che si attacchino tra loro).
La durata della cottura è semplice… quando vengono a galla sono pronti.
Scolateli con una schiumarola, non con lo scolapasta, e buttali direttamente in padella, o come faccio io spesso in una ciotola in cui ho già versato un po di olio di oliva (sempre per fare in modo che non si attacchino).
Gli gnocchi sono pronti! Nulla di troppo difficile, dai…

Preparazione del pesto di noci

pesto noci pesto noci

pesto nocipesto noci

Essendo un pesto, da tradizione bisognerebbe pestare tutti gli ingredienti a freddo con un mortaio; ma io non ne houno, e ho usato in alternativa il frullatore ad immersione.
Sgusciate le noci e aggiungete il formaggio, l’olio, le mandorle, il sale e il pepe.
Frull
ate (o pestate) gli ingredienti fino a ottenere un composto granuloso ma omogeneo. Io ho dovuto aggiungere anche un cucchiaio di acqua fredda per farlo amalgamare bene.

Fine… il pesto di noci è pronto.
R
egolate di sale e pepe a piacere e usatelo per condire il tipo di pasta che più preferite (ricordatevi di conservare un po di acqua di cottura in modo da ammorbidire il pesto) o mangiarlo direttamente spalmato su del pane abbrustolito come aperitivo.

pesto noci
Per quelli di voi che sono arrivati fino a qui, spero di non avervi annoiato troppo 🙂 !
Fatemi sapere cosa ne pensate di questa aggiunta culinaria al blog nei commenti; consigli su gnocchi e pesto alle noci, o su altri piatti che potrebbero interessarvi sono assolutamente graditi.

Follow my blog with Bloglovin Pesto noci  Pesto oci Dove man

Pesto noci Pesto noci Pesto noci Pesto noci Pesto noci Pesto noci Pesto noci Pesto noci Pesto noci Pesto noci Pesto noci Pesto noci Pesto noci Pesto noci Pesto noci Pesto noci Pesto noci Pesto noci Pesto noci Pesto noci Pesto noci Pesto noci Pesto noci Pesto noci Pesto noci Pesto noci Pesto noci Pesto noci Pesto noci Pesto noci Pesto noci pesto noci pesto noci pesto noci pesto noci pesto noci pesto noci pesto noci pesto noci pesto noci

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

2 Comments

  1. 12 febbraio 2017
    Reply

    Siamo proprio contenti che ti sei lanciata nel mondo food 🙂 E lo hai fatto con questa ricetta molto interessante, i piatti semplici fatti bene sono sempre i piatti più buoni!!

    Non vediamo l’ora di provare la ricetta dei tuoi gnocchi!!

    Buon appetito 🙂

    • Veronica
      12 febbraio 2017
      Reply

      Grazie mille ragazzi!! Tra viaggiare e cucinare non so quale sia la mia passione più grande quindi non potevo non aggiungerla al blog!! Se li provate fatemi sapere, il mio fidanzato ha apprezzato molto il pesto alle noci ;)!! Buona domenica e buon appetito anche a voi 🙂 !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *