Pita souvlaki (πίτα σουβλάκι) di pollo e melanzane-grecia

Questa ricetta mi ricorda l’etate, il mare, il sole e una vacanza che feci a Zante tanti anni fa. Li eravamo soliti comprare pita souvlaki di agnello lungo la strada, per poi mangiarli guardando il tramonto sul mare, con ancora il costume umido addosso e ai piedi solamente sabbia e infradito.

Quando cominciano a fare i primi caldi, e le giornate si allungano, a me vine subito voglia di preparare una cena greca e di vedere la tavola imbandita con tante piccole ciotole colorate piene di ingredienti freschi e poco cucinati. Preparo sempre versioni diverse di questa cena, ogni tanto la propongo con dei souvlaki di gamberi cotti nel burro chiarificato e accompagnati da salsa Baba ganush (qui la mia ricetta!) e radicchio rosso, questa volta invece ho preferito prepararne una versione più classica, con dei souvlaki di pollo e melanzane cotti alla griglia, insalata di cipolle e pomodori, salsa tzatziki fatta al momento e caldo pane pita.

Se non li conoscete, i souvlaki sono i tipici spiedini di carne alla greca. Cubetti di carne (maiale, pollo o agnello) marinata in olio, succo di limone e spezie, infilzati su uno spiedino e cotti alla brace o sulla griglia fino a diventare belli croccanti. Il termine souvlaki indica comunemente il tipo di presentazione e di cottura, da “souvla” che in greco significa spiedo. In Grecia li potete trovare sia nella loro versione da secondo piatto (souvlaki merida), oppure tolti dallo spiedino e messi dentro il pane pita come delizioso e sostanzioso street-food (la versione che vi propongo qui:)).

La vera forza di questo piatto è che, oltre a essere molto semplice da preparare, si adatta perfettamente alle cene tra amici. Lo potrete preparare in anticipo per poi portare tutti gli ingredienti in tavola all’ultimo momento e lasciare che gli ospiti preparino la pita mixando gli ingredienti che più preferiscono. Insomma un piatto che stuzzica la fantasia e dove il solo limite è la creatività!

Ma vediamo la ricetta..

Ingredienti per 6 Souvlaki e 6 Pita

Pane pita

  • 400 g di farina 0
  • 200 g di acqua tiepida
  • 10 g di lievito di birra fresco
  • 10 g di olio extravergine di oliva
  • 7 g di sale

Souvlaki di pollo e melanzane

  • 200 g di petto di pollo
  • 100 g di melanzana
  • Mezzo lime (o limone se preferite)
  • 1 CC di origano essiccato
  • 10 g di olio extravergine di oliva
  • Sale q.b.

Salsa tzatziki (senza aglio)

  • 170 g di yogurt greco al naturale
  • 1 cetriolo medio
  • Il succo di mezzo lime (o limone se preferite)
  • 20 g di olio extravergine di oliva

Insalata di cipolle e pomodori

  • Mezza cipolla rossa
  • 100 g di pomodori datterino
  • 1 CC di origano
  • 10 g di olio extravergine di oliva
  • 1 CC di aceto bianco di mele
  • sale q.b.

Procedimento


Prepariamo il pane pita

Come prima cosa prepariamo il pane pita perché dovrà lievitare due orette! Sciogliete il lievito di birra in acqua a temperatura ambiente e lasciatelo riattivare per una decina di minuti. Quando inizia a fare le bollicine versatelo in una ciotola abbastanza capiente insieme a tutta la farina e iniziate ad impastare. Io ho impastato a mano ma se preferite aiutatevi con una planetaria o con un robot da cucina. A metà lavorazione aggiungete l’olio di oliva e il sale.

Lavorate la massa per 7/8 minuti fino ad ottener un impasto morbido e non appiccicoso. Formate una palla, ungetela leggermente con un filo d’olio e mettetela a lievitare in una ciotola, coperta da pellicola fino a che non avrà raddoppiato di volume. A seconda delle temperature potranno volerci circa due orette o poco meno.

Trascorsa la lievitazione riprendete l’impasto e dividetelo in 6 parti uguali. Formate delle palline quindi stendetele, a mano o con un matterello. formando dei dischi di pasta di una trentina di cm di diametro.

Scaldate una padella antiaderente e spennellatela con pochissimo olio di oliva. Adagiate la pita sulla padella calda e fate cuocere da un lato. Girate la pita a metà cottura quando la parte inferiore sarà ben cotta e finite di cuocere l’altro lato. Proseguite la cottura così per tutti i dischi di pasta.


Prepariamo i Souvlaky di pollo e melanzane

Dopo avere preparato l’impasto del pane, durante la lievitazione, dedicatevi alla preparazione dei souvlaki di pollo. Pulite il petto di pollo eliminando eventuali ossicini e pezzetti di grasso, poi tagliatelo a cubetti dello spessore di 2 cm x 2 cm. Trasferite tutti i cubetti in una ciotola e aggiungete gli ingredienti per la marinatura: l’olio, il succo di mezzo lime, l’origano e un pizzico di sale, Riponete il contenitore in frigorifero, possibilmente coperto, e lasciate marinare la carne per circa un’ora.

N.B. Non lasciatela marinare troppo tempo, altrimenti rischiate che il succo del limone cuocia troppo la carne. Un’oretta sarà sufficiente.

Nel frattempo tagliate la melanzana a cubi grandi, circa della stessa dimensione dei pezzi di pollo, (2cmX2cm). A questo punto riprendete dal frigorifero il pollo marinato e con dei bastoncini di legno per spiedini componete i souvlaki alternando un pezzo di pollo e un cubetto di melanzana per tutta la lunghezza dello spiedino.

Riscaldate bene una griglia o una padella antiaderente e cuocete gli spiedini per 3/5 minuti da ogni lato finché sia il pollo che le melanzane non risulteranno belli dorati.


Prepariamo la salsa Salsa tzatziki.

Per la preparazione della salsa tzatziki iniziate lavando bene e grattugiando il cetriolo con una grattugia a maglie larghe, senza eliminare la buccia. Trasferite tutto il cetriolo grattugiato in un colino posto sopra a una ciotola e con il dorso di un cucchiaio premete leggermente per eliminare tutta l’acqua di vegetazione. Potete anche aiutarvi con le mai creando una palla e spremendola per bene.

In una ciotola mettete lo yogurt greco e aggiungete il succo del lime, l’olio e i cetrioli ben strizzati. Amalgamate il tutto quindi assaggiate e aggiungete ancora sale e succo di lime se lo ritenete necessario.

Decorate con le classiche due olive nere al centro della ciotola (facoltativo ovviamente 🙂 ), coprite la ciotola e mettetela a riposare in frigo sempre per un’oretta.

N.B. Io preparo la versione di questa salsa greca senza aggiungere aglio (problemi di intolleranze) ma la ricetta originale lo prevederebbe quindi sentitevi liberi di aggiungerlo se vi piace. Per 170 g di yogurt la dose giusta sarebbe uno spicchio piccolo aggiunto schiacciato o tritato finemente.


Prepariamo l’insalata di cipolle e pomodori

Come prima cosa sbucciate e tagliate a fettine sottili la cipolla rossa quindi ponetela in una ciotola con un cucchiaio di aceto di mele e ricopritela completamente con dell’acqua fredda. Lasciatela a mollo così per circa mezz’ora, Questa operazione è molto importante e servirà a eliminare parte della piccantezza rendendo la cipolla più dolce e anche più digeribile.

Trascorso il tempo scolate la cipolla dall’acqua e tamponatela leggermente con della carta da cucina per eliminare tutta l’acqua. Tagliate a metà i pomodori datterino, unite le cipolle e condite tutto con olio, sale e origano. Lasciate riposare in frigorifero per una mezz’ora in modo che si insaporisca.


Pronti per servire i pita souvlaki!

Come avrete intuito questa è un cena perfetta per essere preparata in anticipo. Il mio consiglio è di preparare tutti gli ingredienti qualche ora prima e solo all’ora di cena accendere la griglia per cuocere gli spiedini e nel frattempo preparare il pane pita. In questo modo poterete in tavola pane e spiedini caldi mentre tutto il resto rimarrà fresco, creando così un bel contrasto di temperature e consistenze.

Imbandite la tavola con tutti gli ingredienti, stappate delle belle birre ghiacciate e lasciate che ogni commensale assembli la sua pita nel modo che più preferisce!


Qualche consiglio in più!

Se volte potete anche preparare delle patatine fritte da aggiungere alle vostre pita souvlaki!

Ovviamente non sono fondamentali per la riuscita del vostro piatto, ma essendo onnipresenti in tutte le Pita souvlaki che vi serviranno in Grecia e in giro per il mondo, aiuteranno a rendere la vostra esperienza ancora più autentica!

Questa volta ho deciso di prepararne una versione leggermente più light, con delle semplici patate al forno. Ho pulito e tagliato a fiammifero 200g di patate. Le ho lavate e lasciate in ammollo in acqua fredda per una mezzora, per eliminare l’amido, poi le ho sciacquate e asciugate. A questo punto le ho condite con abbondante olio e rosmarino e le ho cotte in forno a 200°C per circa 30 minuti.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *