MY 36 HOURS – UN WEEKEND A ROMA (prima parte)

Cosa vedere e dove mangiare per scoprire al meglio una città quando si hanno solo 36 ore (o poco più!) a disposizione

Eccoci al secondo appuntamento con la rubrica MY 36 HOURS. Nello scorso articolo vi ho raccontato come trascorrere un splendido weekend visitando Firenze .

Roma, in questo caso, non ha sicuramente bisogno di presentazioni, la capitale d’Italia è un insieme di tesori millenari e architetture dal gusto contemporaneo che merita tanto tempo per esser apprezzata appieno. Quindi vi dico subito che due giorni vi permetteranno di avere solo un piccolo assaggio della sua immensa meraviglia.

Ma non disperate, perché anche con poco tempo a disposizione, un’organizzazione serrata e tanta voglia di camminare, vi permetteranno di passare uno splendido weekend fatto di passeggiare fra le viuzze di Trastevere, piazze spettacolari e fontane barocche.

Vi lascio di seguito tutti i consigli per trascorre e organizzare un weekend a Roma dai tempi serratissimi.

Ho pensato di proporvi un tour immaginario di tre giorni, arrivando a Roma il giovedì sera e ripartendo la domenica pomeriggio.

Ricordate che la primavera e l’autunno sono sicuramente le stagioni migliori per visitare Roma, perché le temperature sono miti e le giornate assolate. Quindi il mio primo consiglio è di non chiudervi dentro musei o negozi. Roma è un immenso museo a cielo aperto e, a parte per alcune eccezioni come i musei vaticani, se avete poco tempo vi convien camminare tanto ammirando le bellezze che vi circondano.


GIOVEDI

Ore 20:30: cena da La fiaschetta – cantina & cucina 

Se siete appena arrivati a Roma, magari dopo un lungo viaggio in treno o in aereo, sarete sicuramente stanchi e affamati. Quello che vi ci vuole per concludere al meglio la giornata è una cena in un posticino tranquillo e rilassato come La fiaschetta. Una piccola trattoria accogliente, semplice ma molto caratteristica. Un vero gioiellino situato in pieno centro a due passi da Campo de’ Fiori, nella splendida cornice di Via dei Cappellari.

Ambiente tipico e un menù scritto a mano su una grande lavagna pieno di piatti della tradizione. Noi abbiamo assaggiato, come antipasto, i carciofi alla romana e due diverse tipologie di crostini. Il primo con fiori di zucca, alici e mozzarella e il secondo con scamorza guanciale croccante e carciofi, entrambi molto golosi. Per primi invece abbiamo subito sfidato la cucina con due classici della tradizione: una gricia e una carbonara. Gricia davvero buonissima, dalla carbonara mi aspettavo di più.

Piatti buoni, servizio veloce (ma curato e gentile) e un’ottima carta dei vini. Prezzi abbastanza equilibrati, considerando la zona molto centrale, con un conto di 26 euro a testa per: due antipasti, un primo, un dolce da dividere e una bottiglia di vino. Avendo pochissimi tavoli vi consiglio sempre di prenotare. Con queste premesse sono sicura che la fiaschetta sarà il locale perfetto che vi saprà coccolare e farmi dire:” Inizia il nostro weekend a Roma!”

Indirizzo:Via Dei Cappellari 64, 00186 Roma Italia

Telefono:+39 06 6821 0599

Web: https://www.tripadvisor.it/Restaurant_Review-g187791-d2436481-Reviews-La_Fiaschetta-Rome_Lazio.html


VENERDI

Ore 9:00 Colazione alla Cannoleria Siciliana – Trionfalee

So che siamo a Roma e che la colazione andrebbe fatta con un maritozzo alla panna o con un pezzo di pizza bianca, ma dopo la carbonara di ieri sera credo ci si possa concedere un piccolo strappo alla tradizione per fare colazione con un cannolo al pistacchio.  Situata a 500 m dall’ingresso dei musei vaticani,  La Cannoleria Siciliana – Trionfale,  è una pasticceria/ caffetteria dove si possono gustare deliziosi e croccanti cannoli farciti al momento, sfogliatelle profumatissime e morbide Brioche col tuppo. E poi vi servirà una bella colazione nutriente perché, come vi dicevo, si trova a due passi dai musei vaticani…che sono la nostra prossima tappa!


Ore 10:00 Visita ai Musei vaticani 

Eccoci qui, in fila davanti a uno dei musi più famosi al mondo! Devo farvi una premessa importante, perché credo fermamente che l’organizzazione, e la prenotazione, della visita ai (3) Musei Vaticani, risulterà cruciale per la buona riuscita di un weekend a Roma dai tempi serratissimi. Quindi come prima cosa, vediamo i prezzi, le tempistiche e come prenotare il biglietto in anticipo:

Prezzi

Il biglietto

Il Biglietto intero (Musei Vaticani e Cappella Sistina) costa € 17,00 ma prenotando online (su questa pagine del sito dei musei vaticani) e aggiungendo € 4,00 di Diritto di prenotazione online avrete la possibilità di saltare completamente la fila. Davvero! Con il biglietto prenotato vi basterà presentarvi direttamente all’ingresso dei musei con il voucher (ricevuto per mail) alla data e all’orario prestabiliti e entrerete immediatamente senza dover fare nessun tipo di fila. 

I biglietti sono prenotabili da 60 giorni prima della data di visita, non sono rimborsabili, è possibile pagare tramite carta di credito e bisogna scegliere l’orario di entrata precisa. Una volta completata l’operazione riceverete un’email all’indirizzo che avete dato contenente il biglietto. Ricordatevi di stamparlo e portarlo con voi per mostrarlo all’ingresso!

L’Audio guida

Una volta entrati, dopo aver superato i controlli, vi consiglio di munirvi di audio guida. Quella dei musei vaticani è davvero ben fatta e penso vi sarà molto utile per non perdere tempo, seguire in modo ordinato tutte le opere e per orientarvi al meglio nei 7 km di corridoi, stanze e gallerie.

l’Audio guida costa 7,00 e la potete acquistare direttamente dentro il museo o online quando comprate il biglietto selezionando l’opzione: “Servizi aggiuntivi (opzionali)”. In questo caso dovrete solo andare a ritirarla.

Ricapitolando: 

Biglietto singolo  € 17,00 + diritto di prenotazione online € 4,00 + audio guida  € 7,00 =  € 28,00 costo totale per la Visita libera Musei Vaticani e Cappella Sistina 

Esiste anche l’opzione per visitare i musei vaticani gratuitamente, ogni ultima domenica del mese. In queste date l’ingresso ai musei è totalmente gratuito, ma non essendo possibile prenotare, in queste occasioni preparatevi a ore e ore di fila, quindi il mio consiglio è di presentarvi davvero davvero la mattina presto. 

Qui trovate le istruzioni passo passo per comprare il biglietto!

Orari

Considerate che la visita ai musei vaticani vi porterà via un tempo minimo di due ore. Quindi valutate bene l’orario a cui prenotare la visita. Il mio consiglio è di entrare ai musei il prima possibile la mattina così da poter goder della bella luce che filtra dalle finestre e per avere ancora tutta la giornata davanti all’uscita.

In generale i musei sono aperti dalle 9:00 alle 18:00, da lunedì a sabato (la domenica sono sempre chiusi a parte l’ultima del mese). L’ultimo ingresso è alle 16:00; quindi attenzione, perché arrivare anche qualche minuto più tardi vorrà dire non riuscire ad entrare. Una volta dentro, tenete presente che dovrete uscire dalle sale del museo 30 minuti prima della chiusura.

Altre informazioni che potrebbero esserti utili:

Non è permesso entrare con magliette scollate, pantaloni corti o minigonne. In generale, per non rischiare di rimanere fuori, è importante avere braccia e gambe coperte. 

Attenzione invece ad entrare anche con zaini troppo capienti perché potrebbero chiederti di lasciarli negli armadietti a pagamento.

Infine, non ci sono particolari limitazioni sulle fotografie. Si possono scattare tutte le foto che volete, sempre che non si utilizzi il flash. L’unica eccezione è per la Cappella Sistina in cui è invece severamente vietato fare foto!

weekend a Roma
weekend a Roma
weekend a Roma

Ore 13:30 pranzo veloce da Supplizio

Qualsiasi sarà l’ora in cui uscirete dai musei vaticani sono certa che sarete felici ma anche stanchi e affamati. Che sia ora di pranzo o di aperitivo, la scelta più veloce per placare la fame e riposare le gambe è sicuramente Supplizio. Non dimenticate che a Roma il Supplì è una cosa seria, uno dei simboli della cucina capitolina, cibo da passeggio per eccellenza e RE dei fritti tra gli antipasti in pizzeria.

In questo piccolo locale nascosto al traffico potrete assaggiare alcune chicche ormai quasi introvabili sui menù romani, come il Supplì classico (Riso, rigaglie di pollo, pomodoro, mozzarella, Parmigiano). Ovviamente i più tradizionali sono quelli con pomodoro e basilico, alla carbonara, all’amatriciana o il cacio e pepe.

Dal riso all’impanatura,  il vanto del locale è di utilizzare materie prime di altissima qualità che si rispecchiano nel sapore davvero complesso e autentico del prodotto finito. Insomma, Croccantissimi fuori e molto filanti dentro, come si confà a dei perfetti supplì al telefono. Essendo per lo più un cibo da asporto il locale è davvero molto piccolo, composto solo da un salottino e qualche posto al bancone, ma non disperate perché  il servizio veloce crea un bel ricambio di persone.

Io ho sempre mangiato solo i supplì ma servono anche altri piatti caldi della tradizione romana, come le croccante di baccalà, la mozzarella di bufala in carrozza e le polpette di alici.

weekend a Roma

Prezzo medio: 3,00 € per i supplì e 5/6 € per i piatti

indirizzo: Piazzetta di Via dei Banchi Vecchi

Web: https://www.supplizioroma.it/


Ore 14:30 Una lunga passeggiata fino al Colosseo

Se i musei vaticani non vi hanno completamente sfiancato quello che vi propongo di fare nel pomeriggio è una lunga passeggiata panoramica che vi porterà davanti al Colosseo giusti per l’ora del tramonto.

Da supplizio proseguite lungo Corso Vittorio Emanuele fino a raggiungere Largo di Torre Argentina, al cui centro potrete ammirare una bellissima area archeologica con i resti di quattro templi romani risalenti all’età della Repubblica è inoltre, fotografare i dolcissimi gatti della sua famosa colonia felina mentre si aggirano tra le rovine.

Da qui proseguite lungo via delle botteghe oscure fino ad arrivare davanti all’Altare della patria. Affianco all’altare della patria trovate l’iconica scala che conduce alla Piazza sul colle creata da Michelangelo e al Campidoglio.

Scendendo da Via di S. Pietro in Carcere (dall’altra parte della piazza) avrete una bellissima vista sui fori romani è in pochi minuti proseguendo su via dei fori imperiali arriverete davanti al maestoso Colosseo, sicuramente la più indimenticabile cartolina del vostro weekend a Roma.

weekend a Roma
weekend a Roma
weekend a Roma
 weekend a Roma

Ore 18:00: merenda da Gelateria da Costanza

Sono certa che, nonostante i tre supplì che vi siete mangiati a pranzo, questa camminata vi abbia fatto venire fame, e allora perché non farsi una merenda con un ottimo gelato vista Colosseo? La Gelateria da Costanza si trova proprio dietro al Colosseo e ha le recensioni migliori di tutto il quartiere. Gelato artigianale davvero ben eseguito in una gelateria maiuscola con una vista spettacolare. I prezzi li definirei normali, non troppo gonfiati, pensando anche alla posizione in cui si trova, e poi non dimenticate mai che a Roma la panna montata è gratis!!!


Ore 20:30: cena da La Gattabuia

Dopo aver camminato tutto il giorno ed esservi riempiti gli occhi delle meraviglie di questa città, è arrivato il momento di mettere le gambe sotto il tavolo per gustare i sapori è l’atmosfera di una vera trattoria romana a Trastevere!!

Per questa seconda cena il mio consiglio è La Gattabuia. Un ristorante che incarna il tipico esempio di trattoria verace romana e presenta una cucina fatta di prodotti fresche che seguono la stagionalità. La proposta culinaria è ampia anche se filetti di baccalà, Carbonara, Gricia e Amatriciana, in quanto capisaldi della tradizione, restano al centro del menù.

Noi eravamo in quattro e abbiamo provato l’antipasto della casa (cotiche con i fagioli, ricotta di capra con miele, animelle, trippa con il pecorino) e poi ci siamo sbizzarriti ordinando le verdure in pastella, un carciofo alla giudea, la coda alla vaccinara (ancora me la sogno) con contorno di puntarelle e i tonnarelli cacio e pepe con carciofi croccanti (anche questi assolutamente da provare). Ripensandoci direi che abbiamo anche esagerato, ma dopo una giornata di camminate la fame era tanta. Il conto leggermente alto ma visto tutto quello che abbiamo ordinato comunque ragionevole. Un totale di 6 piatti, con annessi contorni, due bottiglie di vino e qualche dolce per un conto di 35 euro a persona.

la gattabuia

Il mio consiglio è di considerare che le porzioni sono abbondantissime quindi pensate di dividere il più possibile o di ordinare una portata in meno. Il personale giovane, ma soprattutto rapido (farete sempre in tempo ad aggiungere qualcosa), vi accompagna passo, passo durante tutta la cena e nella scelta dei piatti. L’atmosfera è rilassata, tra vecchi oggetti d’antiquariato e antichi strumenti da lavoro appesi alle pareti.


Indirizzo: Via del Porto, 1, 00153 Roma RM

Telefono: +3906584813

Web: https://www.lagattabuia.it/

Dopocena

La gattabuia si trova proprio a due passi dalle sponde del Tevere. Se dopo questa prima giornata molto intensa avete ancora energia per fare una piccola camminata il mio consiglio è di seguire il fiume in direzione nord tornado verso il centro città. Anche nelle serate più nuvolose avrete la possibilità di vedere questo spettacolo:

Castel sant'Angelo di notte
San Pietro di notte

To be continued…

Siamo arrivati alla fine di questi primi due giorni di un perfetto weekend a Roma ….nel prossimo post vi racconterò come organizzare i giorni di sabato e domenica, sempre all’insegna delle lunghe camminate ma soprattutto del mangiare…tanto :D! Quindi restate sintonizzati e non perdetevi in prossimo post 36h in Rome: seconda parte!

weekend a Roma weekend a Roma weekend a Roma weekend a Roma weekend a Roma

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *